Notizie Scorrevoli

ALI SUL MEDITERRANEO

ALI SUL MEDITERRANEO Per il terzo anno co... Read more

La Napoli Portici

La Napoli - Portici Il Presidente della R... Read more

Il Treno del Sud

Il Treno del Sole – Resta un pezzo di storia ... Read more

Cortale - Libri e Musica al Chiaro di Luna

A Cortale -Jiussi Rughi e La Fontana al Chi... Read more

Eventi e Storie di Ordinaria Irrigazione

    Storie di Ordinaria Irrigazione   ... Read more

Consuma Meridionale

  Consuma i prodotti del Sud Riprendiamo ... Read more

Il Piano di Protezione Civile

  Il progetto “ La Politica del Fare ” che ... Read more

Aliante sul Mediterraneo

  A San Pietro Maida il Gran Galà del prem... Read more

In nome della Legge

  Nell’ambito di una serie di iniziative,  in... Read more

La Giornata del Gelato

Dalla Sciurubetta al Gelato Artigianale

All’inizio fu solo Sciurubetta . Non era certamente il gelato che , oggi , si può  “ leccare “ con spasmo sulle papille gustative  mentre allora si doveva saporitamente “ succhiare “.  Un solo gusto intenso per i gelatieri locali che sapevano produrlo con prodotti esclusivamente locali senza conservanti  o  coloranti. Neve ghiacciata e spremute di limoni per i gelatieri  in estate. La Granita . Neve fresca e vino cotto nel periodo invernale per la tradizione famigliare.

I gelatieri di Pizzo spesso ricorrevano alla neve ghiacciata e conservata nelle nevaie di Serra , qualche volta anche di jacurso . I gelatai di Maida ricorrevano invece , abitualmente al ghiaccio delle nevaie della Fossa del Gelo oppure quella di Fossa della Neve

Ancora oggi sono rimaste nei toponimi locali del Territorio di jacurso.

Già qualche anno fa si era tenuta la prima festa del gelato  e appena due anni or sono l’associazione KaloKrio con Jacursoonline   aveva riproposto   “ Il Gelato alla Posa  “ per mantenere  in promozione  sia il rinomato Gelato locale che la fagiola tipica  del nostro territorio . Faggiola che si produce  da quota trentasette metri  della Vota Tunda  ai settecento metri di Pietra di Martino o ai quasi ottocento metri della contrada Serratore.  Prodoti di qualità e consistenze diverse  sia per  l’altitudine che per il diverso microclima e tipo di irrigazione. Un successo limitato solo al Gelato considerando che la Faggiola del Canadà o dell’Argentina promuove solo nei prezzi un consumo di convenienza ma non di qualità.

Oggi ,il sindaco Nando Serratore , ha voluto riproporre  assieme  a questi due prodotti  anche l’attenzione  sul territorio che è appena tutto da scoprire . E’ l’inizio di un percorso per l’attenzione verso le aree interne. La riscoperta della tranquillità estiva  tra la quiete e le passeggiate rilassanti tra le fresche faggete , pinete o abetaie  ove lungo  comodi percorsi assistiti non mancano  freschissime  sorgive di acque  potabili e punti di conforto  opportunamente in via di proponimento  con specifica segnaletica che lo stesso sindaco ha voluto seguire nel suo allestimento.  Il Mare è visibile e raggiungibile con comodità  e sarebbe giusto scrivere che si potrà scegliere tra Jonio o Tirreno .  Godendo di una posizione equidistante si osservano per intero i due Gplfi. Quello di Squillace e quello di santa eufemia.

Iniziative come questa – ha detto il sindaco Serratore  - celebrano l’identità dei nostri luoghi, valorizzando al tempo stesso tradizione e innovazione. Ci auguriamo che sia un evento  creativo, che dia valore aggiunto ad una delle prerogative economiche che l’Amministrazione in questi mesi sta promuovendo, e cioè la vocazione turistica del territorio ed occasioni come questa sono fondamentali per far ripartire l’economia locale”.

Aggiungiamo noi che “ Per noi fare gelato è un viaggio alla scoperta del territorio e di coloro che lo coltivano con qualità e rispetto. È per questa ragione che abbiamo intessuto negli anni una rete di relazioni di amicizia con molti contadini locali, che producono in modo eccellente condividendo i nostri valori.

Il gelato sarà , fa sapere il sindaco, la prima di una serie di iniziative  per far conoscere questo comprensorio posto nell’istmo di Catanzaro e ben servito dalle infrastrutture  viarie , ferroviarie e aeroportuali. A presto sarà fruibile anche la bretella  interna e soprattutto quella di collegamento  alla viabilità maggiore  che vuol dire la superstrada.

Intanto  l’Amministrazione ha curato  l’accoglienza a quanti vorranno  arrivare facilmente  a Jacurso e , gustando il Gelato ,  “ scansare “ il caldo improvviso dopo un periodo poco  primaverile.

Come informa la Brochure , si potrà assistere  al convegno  partecipato da notevole figure professionali , politiche e istituzionali .

 

 

.............................

 

 

franco  casalinuovo wwwjacursoonline  ass kalokrio

Banner

Banner
Ora Esatta
Immagine casuale
jacurso-10.jpg
Sondaggi
Quale sezione ritieni più Interessante