Notizie Scorrevoli

Otto Maggio del '28

 

Maggio 1928     a Jacurso sono le ore dieci , circa, del giorno otto

Si costruisce il muro di contenimento al Burrone Castanò . Sopra corre la Strada Consortile e , improvviso , prende azione un consistente smottamento . Lavorano due operai in quello spazio. Facciolo Pietro e Serratore Pietro. La frana li travolge mentre scavano. Serratore Pietro si protegge sotto un grande  cestone mentre rimane soffocato Facciolo Pietro. Ancora oggi i muri  hanno sempre più bisogno di manutenzione.

 

LA COSTRUZIONE DEL MURO

Nel 1878 ,epoca in cui viene  costruita le Strada Consortile, si rende  necessario " abbattere"  ben dodici case per far passare la Strada Consortile fortemente voluta dall’Amministrazione del tempo. Oggi leggendo gli atti  dell’amministrazione Bilotta si dovrebbe dire :  “ Quell’amministrazione si dissanguò ”  senza far pesare ,però ,  una sola lira sulle finanze dei cittadini.

Seppero solo domandare  aiuto al territorio e ne uscirono capaci di aver realizzato un’opera che “ doveva unire le genti e migliorare,   con il commercio, la vita dei contadini e dei cittadini ".

La delibera per la costruzione dela Strada Consortile. Tutti i muri di contenimento o protezione sono proprietà comunale .Realizzati con fondi comunali entro l'ambito territoriale. Da un Ponte (Salica ) ad un altro Ponte (Maida)

Si potrebbe dire di più su quella strada ma è necessario scrivere che, tanto di quel sangue, servì per costruire la prima  fila dei muri . Quelli che ancora vanno dal piccolo ponticello sino alla Fontana. Muri che costarono l’infortunio mortale a Facciolo Pietro e l’altro meno disgraziato a  Serratore Pietro. Erano le dieci, già trascorse, del mattino. Lasciò una figlia di nome Giovanna e una vedova ancora giovane di nome Angela.

Su quella prima fila di muri , altri muri saranno  costruiti dall’Amministrazione presieduta  da Elisa Dattilo e , a seguire, fu costantemente assicurata la manutenzione ordinaria che , avviata  dall’Amministrazione di Giuseppe Dattilo (‘ 51 )(Colonnello ) ,venne accortamente proseguita  con  Soverati Antonio -sindaco (52) , Serratore Pietro - sindaco (55) , Casalinuovo Francesco - sindaco (87)

.

Quest’ultima amministrazione , a seguito di alcuni rilievi emersi nel corso della progettazione per la sistemazione dell’area del Pioppo, riteneva opportuno doversi ricorrere ad una palificazione cementizia, opportunamente interrata, suggerita per il consolidamento dei muri superiori. Progettazione seguita e finanziata dall’allora sindaco Lagani . Non se ne fece più nulla con le amministrazioni successive che,  pare , destinassero diversamente le risorse .

Oggi queste opere di grande pregio, che tanta attenzione hanno ricevuto, giustificano il solo motivo dei riferimenti di cui sopra e per i quali adempimenti alcuna amministrazione  si è sottratta nel tempo . Al momento  versano in uno stato di necessità come mai  si è manifestato ed è doveroso parlarne.

Parlare non è sinonimo di pretendere . Che se ne parli è solo voler bene a Jacurso e a quanti hanno mostrato di voler bene a questo paese.

Per chi scrive ,infatti , appare  una scelta immotivata prevedere uno stanziamento ,pare , di trecentomila euro finalizzata a porre in sicurezza una struttura adibita a Scuola , non più utilizzabile vista la decretata definitiva chiusura e non valutare altre esigenze. Tra il mettere in sicurezza e ricostruire la struttura si potrebbe operare per la seconda soluzione ma, senza valutare le scelte, in un paese senza futuro nessuna delle due opzioni dovrebbe essere seguita.

Si potrebbe volgere lo sguardo  anche alla struttura che , destinata originariamente come Ambulatorio , viene diversamente utilizzata da sempre e che appare in uno stato di precaria condizione. Le scelte , ovviamente, spettano alle Amministrazioni e , ritenendo di abitare in uno stato democratico, si è tentato democraticamente di esprimere le autonome riflessioni che restano tali senza alcuna critica o pretesa di sorta.

 




Muri che sono un capolavoro di arte e di lavoro. Muri che vengono ammirati dal forestiero ma che versano tutti in uno stato di degrado immotivato. Le pietre sono cadenti o già cadute ,le crepe e i rigonfiamenti preoccupanti.

 

1878 - si delibera per la Strada Consortile

Amministrazione Bilotta

....è rimasta molto danneggiata e come per risanarla occorre spargere con calcolo molto preciso 58 metri cubi di brecciame che a trasportarsi dalle cave più vicine verrebbe a costare lire  32,00 il metro cubo compreso il trasporto  e che in totale una spesa di Lire 1856,00......

Pietro Bilotta - sindaco . Le prime manutenzioni dopo un nubifragio.

1951 -Immediato dopoguerra. Dattilo Giuseppe Sindaco . Si avverte la necessità urgente di costruire altri muri di contenimento sopra quelli già esistenti

Le condizione del Comune sono economicamente disastrose . Si è appena usciti dalla guerra e si vive in uno Stato ancora disorganizzato. I Comuni si reggono senza bilanci e senza punti di riferimento certi. All'abbandono del Coll. Dattilo segue il Commissario Panzarella. Seguirà la Giunta della Sig.ra Elisa dattilo

....che si impegnerà , seguendo le richieste precedenti. Sotto il suo breve mandato saranno costruiti i Muri...1954 - Antonio Soverati sindaco

ultimati durante la prima fase dell'Amministrazione Soverati che consentiranno la messa in sicurezza dello spazio superiore. Verranno  messi a dimora alberi e sistemati gli spazi intermedi tra i muri inferiori e superiori..

L'amministrazione Serratore Pietro - sindaco continuerà la manutenzione ordinaria e apporterà qualche lavoro sulla parte inferiore

 

1987 - Casalinuovo Francesco sindaco. I muri hanno messo in sicurezza questa zona dell'abitato ma i rilievi  accertano che è giunto il momento di mettere in sicurezza gli stessi muri. Il progetto prevede l’arredo della zona superiore.

 

 

 

 

 

francocasalinuovo    jacursoonline   Ass, cult. kalokrio

Banner

Banner
Ora Esatta
Immagine casuale
jacurso-4.jpg
Sondaggi
Quale sezione ritieni più Interessante