Notizie Scorrevoli

ALI SUL MEDITERRANEO

ALI SUL MEDITERRANEO Per il terzo anno co... Read more

Enrico Mattei

  Enrico Mattei Alle 18,40 del 27 ottobre 1... Read more

E' Deceduto

a Portogruaro Antonio Moio Read more

Marcinelle -Uomini e Carbone

L La storia dell’emigrazione italiana in B... Read more

Millenni di Viaggi e Migrazioni racchiusi nel DNA

  La Calabria è una terra inzuppata di stor... Read more

La Gaddrina

La Gaddrina - Durante l’evoluz... Read more

LU Sampavularu

  Il nostro viaggio a ritroso prosegue inoltr... Read more

Quando Eravamo Crocevia di Popoli

    Studi  sulle nostre Identità attraverso l... Read more

Per non Dimenticare Capaci

Falcone e Borsellino Improvvisamente, l’infer... Read more

Luigino...Chi Mai Sarà Stato !

Un ricordo è un ricordo. E’ qualcosa che arriv... Read more

Per non Dimenticare Capaci

Falcone e Borsellino

Improvvisamente, l’inferno. L’esplosione squarcia l’autostrada che collega l’aeroporto di Punta Raisi a Palermo, nei pressi dell’uscita per Capaci. E’ il 23 maggio 1992 di un caldo sabato di maggio.

 

 

23 maggio – Il Giorno del Ricordo

L’attentato viene realizzato facendo saltare cento metri di autostrada tale da produrre molta attenzione e un segnale forte alle istituzioni.. le quali tentano di capire.Tentano per lunghi anni  ma  i lati oscuri restano ancora tanti.

In una intervista, prodotta in quei giorni ,un pescatore ,tra le altre considerazioni dice, “ cca ncè pitittu ! “. Personalmente mi è venuto da considerare che il giornalista - proveniente dal Continente- si sia fermato nella difficoltà di …interpretare le tre pur semplici parole proferite in dialetto.. Qui c’è fame .. E ognuno è costretto ad accettare anche il lavoro sporco se di altro non viene offerto. Perchè lo Stato assente è solo vero in parte. Chi deve rappresentare lo Stato spesso spreca, non interpreta le necessità dei territori nè i bisogni di chi abita. Spreca e persino Rinuncia ai fondi Europei non volendo per incapacità o peggio tornaconto, produrre risorse mirate alla collettività..” A breve anche nel nostro comprensorio i cittadini saranno chiamati alle urne e già la compravendita si contende il mercato degli schiavi le considerazioni di alcuni amici sui numeri esagerati di aspiranti amministratori per il bene della Città di Catanzaro.Ma non solo di Catanzaro..

Erano gli anni ottanta / novanta quando i due Magistrati , si scrisse, avessero anche le prove della collusione tra il  sistema politico , economico e quello criminale . Una chiave di lettura alla quale i magistrati erano gia’ arrivati.

Qui a Jacurso abbiamo avuto la presenza del Dott. Gratteri che non pochi insegnamenti ha lasciato tra chi ha ascoltato. Poi è seguito il vuoto anche se il nostro gruppo avverte quanto opportuna sarebbe una buona rinfrescata , maggiore attenzione, una oculata osservazione sulle risorse potenzialmente presenti e sulle trasformazioni in atto che il territorio sta subendo. Certo non siamo Cassandre ma si avvertono già delle trasformazioni e dei richiami allettanti che solo attraverso  un sano e civile dibattito faranno aprire le menti.

Srive Libera, l’Associazione che anche qui a Jacurso ha  valide rappresentanti : “ L’Italia ha bisogno di liberarsi dalle mafie e dalla corruzione, fenomeni che ci impoveriscono sul piano economico, politico, culturale. Il nostro Paese deve riconquistare la Libertà, rimettendo al centro l’importanza del rispetto che l’uomo deve sentire nei confronti di se stesso e dell’ambiente in cui vive: è qui che risiede il concetto di Dignità, quotidianamente calpestato da chi sotterra il bene comune a fronte di un accaparramento di risorse illegale e senza scrupoli. “

Nonostante tutte le lotte , le mafie sono in buona e , in certi casi, ottima salute. In generale è cambiato il metodo: poco sangue e tanta corruzione.

Ragazzi, Studiate !    Fottiamoli

"La storia ci insegna che il potere non vuole essere controllato e il controllore non vuole essere disturbato, e quando c’è qualcuno che alza il tiro inizia la campagna mediatica del fango

Gratteri: «Oggi ricordano Falcone anche i “gattopardi” che lo deridevano» Il procuratore punta il dito sull’ipocrisia di alcune celebrazioni antimafia. «Servono a chi deve lavarsi la coscienza. Dobbiamo avere coraggio»

Ecco allora che alla violenza si preferisce il metodo più comodo e vantaggioso della corruzione o della intimidazione. Corruzione significa che tra crimine organizzato, crimine politico e crimine economico è sempre più difficile distinguere. Quanto da quei lontani anni ammonivano Falcone e Borsellino. Chi paga questa situazione? Tutti. E in particolar modo le persone che hanno più bisogno di riferimenti, di servizi, di politiche sociali. Ecco già in atto l’accaparramento degli schiavi. La corruzione ci rende tutti più poveri, mina lo sviluppo economico e il progresso sociale.

Nella nostra comunità e in quello che potrebbe essere “Il Grande Paese “  auspicato e promosso  dalla nostra associazione  nel nostro comprensorio,  non ci si può limitare a semplici adesioni per la Giornata  sulla Legalità. Che non fanno male ma producono certamente poco. Anche perché non va dimenticato come non son mancati avvertimenti , segnali , avvisi , e qualche forma delinquenziale in tutto il nostro territorio/comprensorio. Personalmente più di una le ha subite chi scrive che non ha mancato a denunciarle.Perchè lo Stato c’è per farlo . Avvisaglie, comunque  di qualche malessere sociale non di poco conto.

Ciascuno di noi può, nella propria vita o nell’ambiente di lavoro, dire di “no” tutte quelle volte in cui assiste o può partecipare a situazioni e comportamenti opachi o viziati da logiche corruttive, clientelismi, familismi.

Incendi palesemente mirati , strade comunali abusate, altre cancellate , coltivate o privatizzate....mentre la scuola a cui viene demandato tutto e accusata di tutto, educa alla legalità con le palesi  difficoltà  che si manifestano tra la gioventù che la scuola frequenta.  .. Ma poi la Scuola... è fuori.

Non c’è nulla di che farsi male a proporre , pertanto , ai cittadini e a tutte le  rappresentanze politiche la volontà  e il proponimento di dare attuazione ad un programma di mandato per far comprendere che le parole possono e devono essere seguite da risultati concreti. Le leggi della Democrazia e della Libertà di pensiero dovrebbero e potrebbero servire a mantenere uno stato di civile convivenza .

 

...............


francesco  casalinuovo    Ass. Cult. KaloKrio              jacursoonline

Banner

Banner
Ora Esatta
Immagine casuale
jacurso-12.jpg
Sondaggi
Quale sezione ritieni più Interessante