Per Non Dimenticare

Il 6 gennaio 1980, viene ucciso in un agguato sotto casa, in via Libertà a Palermo, il presidente della Regione Sicilia, Piersanti Mattarella, un uomo che aveva innovato profondamente la politica siciliana, con provvedimenti coraggiosi, in particolare in materia economica, contro la mafia e il malaffare che dominava la Sicilia in quell'epoca. –

 

 

 

Nella "notte buia dello Stato Italiano, quella del nove maggio '78", veniva ucciso a Cinisi, in Sicilia, Peppino Impastato. Aveva 30 anni. Giornalista e attivista impegnato da sempre nella lotta alla mafia, Impastato, nonostante venisse da una famiglia legata alle cosche, pagò con la vita il suo impegno. "Arrivai alla politica nel lontano novembre del '65 - raccontava Impastato -, su basi puramente emozionali: a partire cioè da una mia esigenza di reagire ad una condizione familiare ormai divenuta insostenibile". -

 

Peppino" Impastato era nato a Cinisi 5 gennaio 1948-